Una delle caratteristiche fondanti di Leggenda è quella di considerare i giorni del festival come la vetrina, la comunicazione collettiva di un complesso percorso progettuale che opera stabilmente con i cittadini di ogni età ad Empoli.

Parte significativa di questo percorso avviene tramite le azioni di formazione che intendono promuovere la scrittura e la lettura agite in ogni loro possibile declinazione come tecnologia fantastica necessaria all’evoluzione degli individui e l’ascolto, in ogni sua pratica, come strumento di dialogo e conoscenza con l’altro e l’altrove.

PromoCultura e Giallo Mare Minimal Teatro operano facendo costantemente interagire l’analisi dei testi e dei profili autorali degli scrittori e degli artisti della scena teatrale e multimediale presenti al festival con la pedagogia e la teoria dei linguaggi performatici consentendo ai ragazzi, ai bambini, ai genitori, agli studenti e agli insegnanti d’incontrare non solo il contenuto di un libro esperibile tramite la lettura silente, ma la possibilità che il libro si faccia forma ludica, spazio scenografico e installativo, e la lettura diventi voce, gesto, ascolto, esperienza collettiva e multisensoriale, fantastica scena d’incontro.

Leggenda Icon

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci