fbpx

Scopriamo l'autore

Francesco D’Adamo

APPUNTAMENTI

Francesco

D’Adamo

Francesco D’Adamo da anni con i suoi romanzi cerca di raccontare il complicato mondo in cui viviamo a quelli che lui definisce degli adulti che hanno provvisoriamente 13/14 anni, affrontando quegli argomenti complessi e delicati di cui è così difficile parlare con gli adolescenti. Lui è convinto invece che con un buon romanzo si può. 
Tradotto in tutto il mondo, ha ricevuto numerosi riconoscimenti sia in Italia che all’estero. 
Già ospite della I edizione di Leggere per Leggere, nel 2021 parteciperà sia a Leggere per Leggere sia, per la prima volta, a Leggenda.

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE

Da 11 anni
La traversata, Il Castoro, 2021.
Il Muro, De Agostini, 2018.
Oh Harriet!, Giunti, 2018.
Dalla parte sbagliata. La speranza dopo Iqbal, Giunti, 2015.
Oh Freedom, Giunti, 2014.
Ismael che ha attraversato il mare, De Agostini, 2009.
La storia di Iqbal, EL, 2001.

Da 12 anni
Antigone sta nell’ultimo banco, Giunti, 2019.
e tanti altri titoli...

Libro in evidenza

Francesco D’Adamo

La traversata - Il Castoro, 2021

Ci sono piccoli gesti apparentemente inutili che a volte funzionano come la più potente delle medicine: rincuorano chi li riceve e curano l'indifferenza. Ezechiele lo sa. Questa è la storia della sua fantastica traversata.

Notte di tempesta. Un'imbarcazione si incaglia in prossimità della costa. Naufraghi giungono a riva, spaventati. Fuggono. Nella sabbia rimane uno zainetto, è di un bambino, Omar. Il vecchio pescatore Ezechiele, accompagnato dal nipote e dal cucciolo Spaghetti, decide di compiere "la traversata" al di là del mare, per riportare lo zainetto alla mamma e rassicurarla che il suo piccolo è arrivato sano e salvo sulle nostre coste. Ezechiele sente di doverlo fare, sente di dover compiere quel viaggio nel nome della condivisione, della fratellanza e dell'importanza dei piccoli gesti. La strana compagnia comincia un'avventura che li porterà alla malinconica Isola Che Non C'è, a sfuggire alla guardia costiera come in un film d'azione, e infine a trovare il modo di comunicare in un paese del tutto sconosciuto. Una grande favola che racconta un viaggio all'apparenza inutile, ma assolutamente necessario. Ed eroico.